mercoledì 12 giugno 2013

[Recensione] Delirium di Lauren Oliver.

Oggi ho terminato la lettura di Chaos, secondo romanzo della serie Delirium, scritta da Lauren Oliver. Appena terminata la lettura, ho iniziato a scrivere la recensione, ma mi sono resa conto di non avervi mai parlato del primo capitolo della serie. Grosso errore!
Ecco quindi che rimedio a questa mancanza. 


Titolo: Delirium
Autore: Lauren Oliver
Editore: Piemme (collana Freeway)
Numero di pagine: 382 
Prezzo: 9,90 € 
Trama: Nel futuro in cui vive Lena, l'amore è una malattia, causa presunta di guerre, follia e ribellione. È per questo che gli scienziati sottopongono tutti coloro che compiono diciotto anni a un'operazione che li priva della possibilità di innamorarsi. Lena non vede l'ora di essere "curata", smettendo così di temere di ammalarsi e cominciare la vita serena che è stata decisa per lei. Ma mancano novantacinque giorni all'operazione e, mentre viene sottoposta a tutti gli esami necessari, a Lena capita l'impensabile. Si infetta: si innamora di Alex. E questo sentimento è come ritornare a vivere, in una società di automi che non conosce passione, ma nemmeno affetto e comprensione, Lena scoprirà l'importanza di scegliere chi si vuole diventare e con chi si vuole passare il resto della propria vita...

red crystal heart line


Allora, vediamo, Delirium è un'esplosione di pura emozione, amore.
L'amore. Tutto ruota intorno a l'amore.  O l'odio. 
Il Delirium amoris nervosum, la più mortale fra le cose mortali, minaccia la popolazione del mondo intero. Si tratta di una malattia, della fonte di tutti i mali: l'Amore è letale e va combattuto. L'unica soluzione è la cura: un'operazione chirurgica definitiva alla quale tutti devono sottoporsi una volta superati i diciotto anni.
Non tutti sono però convinti che la cura sia una cosa utile, così una minoranza della popolazione è costituita dagli Infetti, dai Simpatizzanti e dagli Invalidi. Questi ultimi non vivono nelle città, ma al di fuori del confine, in un territorio che non è di nessuno, nelle Terre Selvagge.
Le malattie più pericolose sono quelle che ci fanno credere di star bene.
- Quarantaduesimo proverbio del Libro di Ssh



Lena e Hana conoscono a memoria i proverbi del libro di Sssh, sanno bene cosa possono e cosa non possono fare, sanno da cosa devono invece tenersi alla larga.

Mentre Lena conta i giorni che la separano dalla cura e ha un'immensa paura di essere infettata, Hana è decisa a godersi la sua ultima estate. 

Lena, incontrerà un ragazzo, Alex.

ALLARME SPOILER.





Il ragazzo fingerà di essere un curato e passo dopo passo si farà strada nel cuore di una Lena sempre più confusa, che inizierà a capire che il libro di Ssh, la cura, l'apatia e la morte dell'amore non sono qualcosa da ricercare e seguire, ma qualcosa da cui fuggire e da combattere.





FINE SPOILER.


Lauren Oliver, con la trilogia di Delirium,  ci narra  un mondo distopico ben strutturato.
Lo stile chiaro dell'autrice permette una lettura fluida e veloce, tuttavia non mancano le descrizioni che non risultano mai "di troppo". 



Bene, ci risentiamo al più presto per la recensione di Chaos (Delirium #2)

8 commenti:

  1. Delirium mi ha stregata letteralmente!
    Alex ha aperto gli occhi di Lena e le ha regalato la verità.
    L'amore o delirium è la più letale e dolce malattia;)
    Brava Claudia e bella recensione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie.
      Delirium ha stregato anche me :)

      Elimina
  2. bella recensione!
    anch'io come te sono rimasta ammaliata da Delirium, così come da Chaos :)

    RispondiElimina
  3. Delirium l'ho letto a Natale e mi era piaciuto! :)
    Il finale l'ho adorato, a me piaciono troppo i colpi di scena!
    Anche se però c'ero rimasta davvero di m......!!! Scusate la parolaccia, ma concedetemela! A distanza di 6 mesi ancora sono scioccata!!!!!! T.T

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, ho visto che hai letto Evernight! Com'è? Perchè oggi l'ho visto in libreria scontato! Me lo consigli?

      Elimina
    2. Il finale è davvero davvero scioccante, concordo T.T
      Evernight, sì, l'ho letto e sì te lo consiglio.
      Però vorrei precisare che ho letto la saga di Evernight un paio di anni fa, forse avevo 10 anni, circa.
      Sì, ero piccola quando l'ho letto, ma se vuoi assaporare una storia vampiresca ben articolata, chiara e non angosciante, allora te lo consiglio alla stragrande.
      Insomma, questo libro ti prende sin dall'inizio e subito presenta i protagonisti ed i loro pensieri. Mi fermo qua perché altrimenti potrei spoilerare ;)

      Elimina
    3. Oh bene! Credo proprio che lo prenderò allora! :) Grazie mille per il consiglio!

      Elimina